Nella austera cornice del Complesso Conventuale San Francesco a Lucca, lunedì 10 e martedì 11 aprile GCAP Italia ha presieduto i lavori della Ministeriale Affari Esteri. Il #G7ForeignAffairs raccontato su Twitter.

GCAP Italia lancia una campagna sui social network per sensibilizzare, coinvolgere e mobilitare l’opinione pubblica italiana sui temi ritenuti prioritari dalla Coalizione. Seguila e condividila con gli hashtag #G7 e #aprileorecchie.

Calendario in continuo aggiornamento degli appuntamenti principali – ufficiali e non della Presidenza italiana – che vedranno un coinvolgimento attivo di GCAP Italia e dei suoi aderenti.

Credits: John Ferguson, Oxfam

Il 26 e 27 maggio ci sarà il prossimo Vertice G7. GCAP chiede ai leader dei Paesi più ricchi al mondo di non giocare d’azzardo con il futuro del pianeta e di attivare la transizione verso uno sviluppo più giusto e umano.

Andiamoli a conoscere: Stefania Burbo dell’Osservatorio Ai.D.S. e Massimo Pallottino di Caritas Italiana. Le loro dichiarazioni sulla Coalizione in vista del G7.

Si è svolto lo scorso 25 e 26 gennaio il CSO G7 Global Taskforce Strategy meeting, l’incontro tra i membri delle ONG nazionali e internazionali parte del network GCAP in vista del Vertice di Taormina.

Le disuguaglianze tra ricchi e poveri sono sempre più profonde: GCAP chiede ai Paesi del G7 iniziative concrete per ridurre la povertà, costruire una comunità globale di pace e preservare il pianeta.

Se gestiti bene, i flussi migratori creano occasioni di sviluppo e benessere nei paesi di provenienza così come nostri paesi di destinazione, perché moltiplicano la conoscenza e le risorse economiche e sociali.

La fame è il risultato dell’ingiustizia ed è una violazione del diritto al cibo, un diritto umano internazionalmente riconosciuto: per questo è necessario un cambio di paradigma a supporto della sovranità alimentare.