La coerenza delle politiche (PCSD) è un elemento cruciale per raggiungere gli obiettivi dello sviluppo sostenibile entro 2030 in tutto il mondo. La PCSD mira ad affrontare le ricadute negative delle politiche interne dell’UE sui paesi partner e garantire che gli sforzi dei partner per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 non siano compromessi. Ecco perché è così importante che la PCSD sia in cima all’agenda di ogni governo o istituzione a tutti i livelli del processo decisionale, e che gli strumenti e meccanismi per monitorare i progressi siano istituzionalizzati.

Per affrontare questo problema, CONCORD Europe lancia oggi, 18 gennaio 2022, un rapporto intitolato “Un test sull’integrità dell’Unione Europea verso l’Agenda 2030: lo status della coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile”.

Il rapporto traccia i meccanismi di PC(S)D esistenti in Svezia, Belgio, Germania, Spagna, Slovenia, Paesi Bassi, Italia, Repubblica Ceca, Austria e Commissione europea. L’attenzione è centrata particolarmente sui meccanismi che sono stati, o potrebbero essere, messi in atto in linea con l’indicatore 17.14.1 degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Lo studio presta particolare attenzione all’obiettivo di affrontare i trade-off o le ricadute negative delle politiche interne dell’UE o dei suoi Stati membri, come quelle sul commercio o sulle migrazioni, sul Sud del mondo.

Concord Italia con GCAP Italia (grazie al progetto Volti delle Migrazioni)   e le principali reti delle organizzazioni non governative italiane, ha partecipato alla redazione del rapporto europeo per la parte che riguarda l’Italia (si veda Rapporto “Per una maggiore e migliore coerenza delle politiche in Italia” – FOCSIV), contribuendo all’analisi complessiva e alle proposte di raccomandazioni.

Il rapporto intende incoraggiare gli Stati membri dell’UE e la Commissione europea a impegnarsi, implementare e riferire sul PC(S)D rafforzando o creando meccanismi adeguati, e assicurare che l’attenzione ai paesi del Sud globale non vada persa, specialmente in tempi di recupero dal COVID.

Lo scopo dell’evento di lancio è quello di condividere gli insegnamenti ed evidenziare pratiche promettenti sul PC(S)D negli Stati membri, tra cui l’Italia, e nella Commissione europea.

La discussione esplorerà le seguenti domande:

Quali potrebbero essere i prossimi passi per sostenere gli Stati membri dell’UE nel migliorare la loro attuazione della PCSD/SDG 17.14.1, e per migliorare il lavoro tra l’UE e gli Stati membri dell’UE?

Quali sono i principali ostacoli che gli Stati membri dell’UE e la Commissione europea devono affrontare per una migliore attuazione della PCSD?

Quale ruolo deve svolgere la società civile per promuovere e monitorare l’attuazione della PCSD?

L’evento di lancio sarà caratterizzato da una tavola rotonda tra funzionari governativi degli Stati membri dell’UE e i rappresentanti delle organizzazioni della società civile e delle istituzioni dell’UE.

Scarica il Rapporto