Sabato 19 Maggio – ore 10.30

Casa Bakita, Via della Stazione di Ottavia 70, Roma

E’ importante fare il punto sull’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile e sul ruolo che può avere la cooperazione internazionale nel raggiungimento dei suoi obiettivi (SDGs). In particolare, in occasione di questo seminario si vuole offrire due visioni complementari e intrecciate di questi obiettivi, quella definita dalle Nazioni Unite e quella proposta da Papa Francesco con il suo dicastero per lo sviluppo umano integrale, segnalandone da un lato le utopie e dall’altro le difficoltà che limitano il loro perseguimento, tra cui i dilemmi e i problemi della coerenza dell’Agenda 2030. Questo con particolare riferimento all’ossimoro tra crescita e sostenibilità ambientale, e rispetto ai recenti ripiegamenti su visioni nazionalistiche e localistiche che contrastano con la globalizzazione della solidarietà e della fratellanza universale. Agli interventi dei relatori seguirà un dibattito per confrontarsi su come le organizzazioni della società civile si stanno attivando per sostenere l’Agenda 2030 e lo sviluppo umano integrale, sia in Italia che nei paesi del Sud, di fronte ai diversi dilemmi che stanno limitando il nostro operare. Questa occasione di confronto è inserita nell’ambito del progetto “Make Europe Sustainable for All” , realizzato da ENGIM, in accordo con FOCSIV e GCAP Italia, nel quadro di un vasto partenariato europeo che coinvolge 15 paesi e che è volto a diffondere una maggiore e migliore consapevolezza sugli SDGs.

Clicca qui per scaricare il programma dell’evento.